Onorare Teresa, un dovere per tutti noi

onorare Teresa

Oggi onorare Teresa è per noi un dovere morale. Ricorrono, oggi, due anni dalla scomparsa della nostra amica: una madre sfortunata. Ammalatasi in maniera grave, durante l’attesa insieme al suo amato Werner del piccolo Michael, ha potuto esser mamma per un tempo troppo breve. Il tumore che l’ha colpita, ha stroncato la sua giovane vita troppo presto.

Teresa e Werner

La sua prematura scomparsa ci ha lasciato attoniti, addolorati e sconcertati, per un evento del quale ancora oggi fatichiamo a comprenderne il significato. Perchè questo accanimento? Perchè in una situazione già tragica di suo, dopo due anni di inutile e gratuita attesa, aggiuntasi in maniera ingiusta ad un già lungo percorso di formazione di questa famiglia, si è aggiunto un dramma ancora più grande, gigantesco? Perchè Werner, ma soprattutto il piccolo Michael (già segnato da un destino che gli ha tolto i suoi genitori biologici), hanno dovuto fare conti con questa gravissima perdita?

Perchè, perchè e ancora… perchè! Sono troppi i “perchè” che non trovano una risposta logica davanti ad una tragedia di queste proporzioni. Perchè?

Noi, che abbiamo vissuto con lei una parte del cammino comune alla formazione delle nostre famiglie, ma anche di lotta perchè queste si completassero definitivamente, possiamo oggi fare solo una cosa:

Onorare Teresa

Sì, l’unico modo per ricordarla in maniera degna e non retorica è quella di onorarla nel vero senso della parola. Come?

Vivendo la nostra vita di genitori adottivi in maniera piena e intensa!

Sì, vivere quello che non è stato possibile per lei. Goderci la fortuna di avere i nostri figli vicino a noi. Godere ogni momento con loro, in maniera intensa e irripetibile. Proprio perchè a nessuno di noi è dato di sapere quale sarà il nostro destino, quello che possiamo fare è vivere al meglio ogni minuto che ci viene concesso di passare accanto ai nostri ragazzi.

Questo nostro scritto, che evoca l’anniversario di questo tragico lutto, non deve aver una funzione solamente celebrativa, ma deve essere un monito, un impegno per tutti noi. Ci deve ricordare che abbiamo la fortuna di avere delle responsabilità verso i nostri figli e che, soprattutto, abbiamo la fortuna di poterle sostenere.

Lo dobbiamo, in primis, a loro, i nostri figli. Ma lo dobbiamo anche a noi stessi e lo dobbiamo anche a lei: Teresa, che da dove si trova ci chiede proprio questo!